Le più belle storie dei miti greci


Luisa Mattia 
Le più belle storie dei miti greci
Gribaudo, pagg. 192, Euro 8,90


  IL LIBRO - Una ricca raccolta dei più importanti miti greci raccontati come fiabe e magnificamente illustrati.
Un mondo popolato da dèi, eroi, mostri e creature fantastiche che da sempre affascina grandi e piccini. Zeus, Ade, Afrodite, Dedalo e Icaro, Medusa, Orfeo ed Euridice, Minosse, Eracle, Odisseo sono protagonisti di racconti senza tempo, che piaceranno a tutta la famiglia.
  UN BRANO – "Tutti conoscevano Orfeo, il principe dai lunghi capelli e una voce capace di incantare.
Quando Orfeo suonava e cantava, le belve dei boschi si acquietavano, le foglie degli alberi fremevano e perfino le rocce diventavano accoglienti e morbide come giacigli. Chi lo ascoltava non poteva fare a meno di danza al ritmo delle sue note. Tutti lo amavano. Molte ragazze ne erano innamorate, ma a lui ne interessava una sola: si chiamava Euridice, era la più bella tra le belle e aveva occhi solo per Orfeo. Decisero, dunque, di sposarsi; in tanti furono felici di questa decisione. Ma non tutti".

Dieta

«Succhi di frutta, niente il primo anno di vita»: le nuove indicazioni dei pediatri Usa


  Niente succhi di frutta per tutto il primo anno di età, e pochissimi, al massimo 120 millilitri al giorno di bibite con il 100% di succo, fino ai 3 anni. Sono molto severe le nuove linee guida sul consumo di queste bibite della American Academy of Pediatrics, pubblicate su “Pediatrics”.

  «I genitori possono pensare che i succhi di frutta siano salutari, ma non sono un buon sostituto della frutta fresca e servono solo a consumare più zucchero e calorie - afferma Melvin Heyman, coautore del documento -.

Piccole quantità vanno bene per i bambini più grandi, ma sono assolutamente non necessarie sotto l'anno di età».

  Nel dettaglio la guida afferma che per i primi sei mesi il latte materno o artificiale siano più che sufficienti per l' alimentazione dei bimbi. Tra i sei mesi e l'anno si può introdurre la frutta ma non in forma di succo. A partire da un anno si possono dare succhi, con il 100% di frutta, ma non più di 120 millilitri  al giorno, che possono diventare 180 dai 4 anni e 240 dopo i 6.


Bambini, anche le carie dei denti da latte vanno curate

Bocca Sana


  Dopo il periodo nero della crisi economica, che ha portato le famiglie a tagliare sulle spese odontoiatriche, i bambini italiani tornano dal dentista. Negli ultimi 12 mesi, 9 genitori su 10 dichiarano di essere stati o aver accompagnato i propri figli dal dentista almeno una volta per un controllo o uno specifico problema dentale.
Emerge dall'indagine EduCarie dell'Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa (AIic,effettuata su mille genitori di under 14: il 90% dichiara di essersi rivolto al dentista almeno una volta negli ultimi 12 mesi, in controtendenza rispetto agli ultimi anni.

  Tuttavia, sulla carie le idee sono ancora confuse. Oltre il 50% ignora che l'eccesso di zuccheri o una scarsa igiene orale siano fra i maggiori responsabili e il 64% non sa può evolvere in pochi mesi. Appena il 20% sa che può presentarsi a qualsiasi età e oltre il 50% non sa che i denti da latte cariati devono essere curati.
  «Dopo anni di flessione delle cure dentali, è possibile che la piccola ripresa economica stia consentendo alle famiglie di prendersi maggiormente cura della salute orale- spiega Stefano Patroni, presidente Aic - un dato incoraggiante, anche se ci sono tanti falsi miti ancora da sfatare».

  Per migliorare la conoscenza della carie, Aic ha promosso la campagna hAICarie, presentata al congresso Internazionale Conseuro. Il progetto ha già coinvolto più di 2000 odontoiatri e ne sensibilizzerà altrettanti entro fine anno, mentre su www.accademiaitalianadiconservativa.it i pazienti potranno trovare informazioni.


 Il Mattino 14 5 2017

Il mio primo quaderno dell'Italia

  E. Dolzhenkova e L. Grigolato

Il mio primo quaderno dell'Italia

Editore Papelu, pagg. 48, Euro 4,90



  IL LIBRO - Semplici e chiare illustrazioni unite a simpatici e divertenti giochi in un quaderno per scoprire le meraviglie del nostro paese. Regione per regione si troveranno posizione geografica, stemma, province, confini, mari, isole e i principali laghi e fiumi, monti, flora e fauna, monumenti, cibi, prodotti più rappresentativi, luoghi di interesse e curiosità. 

  UN BRANO - "La Liguria

  Colora gli spazi contenenti una pallina colorato con lo stesso colore e scoprirai chi puoi trovare all'Aquario di Genova.

  Lombardia

  Unisci i puntini da 1 a 15 e scoprirai cosa ti 
porta in giro per la città di Milano.

  Veneto

Gli animali della montagna

  E. Dolzhenkova e L. Grigolato
Guardo leggo scopro
Gli animali della montagna  
Editore Palelu, pagg. 36, Euro 6,90



  IL LIBRO -  Un libro per scoprire la vita degli animali della montagna nel loro ambiente naturale attraverso illustrazioni semplici e chiare. Nel testo, in stampatello maiuscolo, alcune parole sono sostituite da immagini con lo scopo di semplificare la lettura e renderlo adatto anche a bambini che vi si approcciano per la prima volta o con difficoltà di apprendimento. 

  UN BRANO - "Marmotta
La marmotta è un animale dalle zampe con lunghi artigli, dalla testa tonda con orecchie piccole e tonde, denti incisivi molte sviluppate e una coda lunga e pelosa. E' amante del sole. Si nutre di erbe, foglie, fiori, fragole e ama l'acqua attraverso le piante che mangia.
  I suoi nemici sono l'aquila, le volpe e i lupi". 

  INDICE DEL LIBRO - Cervo - Marmotta - Orso - Volpe - Aquila Reale - Stambecco - Scoiattolo 

Gli animali della fattoria

  E. Dolzhenkova e L. Grigolato
Guardo leggo scopro
Gli animali della fattoria
Editore Papelu, pagg. 36, Euro 6,90



  IL LIBRO -  Un libro per scoprire la vita degli animali della fattoria nel loro ambiente naturale attraverso illustrazioni semplici e chiare. Nel testo, in stampatello maiuscolo, alcune parole sono sostituite da immagini con lo scopo di semplificare la lettura e renderlo adatto anche a bambini che vi si approcciano per la prima volta o con difficoltà di apprendimento. Età di lettura: da 3 anni.

       UN BRANO - "Asino

  l'Asino è un animale forte, intelligente,
 testardo e mite. si nutre principalmente
di fieno ma anche di fiori, frutta e carote.


  Viene usato nella fattoria come animale da 
trauno, possiede grandi orecchie, zampe alti 
e la coda assomiglia ad un lungo pennello".


   INDICE DEL LIBRO -  Asino - Oca - Maiale - Mucca - Coniglio - Cavallo - Gallina

Il mio primo quaderno dei labirinti

  E. Dolzhenkova e L. Grigolato

Il mio primo quaderno dei labirinti
Editore Papelu, pagg. 48, Euro 4,90


IL LIBRO - Con 48 nuovi labirinti in sequenza a difficoltà progressiva da risolvere trovando la giusta via d'uscita e sviluppando in questo modo lo spirito d'osservazione, la capacità di orientarsi, la concentrazione e la memoria. I labirinti sono un utile esercizio per affinare le abilità logico matematiche dei bambini, ma anche un gioco molto divertente.

UN BRANO - "Fabio è stanco, che strada deve prendere 
per raggiungere la sua bicicletta?

Tutta la famiglia vuole vedere la partita,
traccia il percorso che li porterà allo stadio

Che strada devi fare la betoniera 
per arrivare al cantiere.

Aiuta il pittore a raggiungere il cavalletto."

Francia: la dieta comincia in tv

Meno réclame per i bimbi




 La crescita del tasso di obesità tra i bambini francesi è preoccupante. Davanti a una tale situazione, il ministro della Salute del gabinetto di François Fillon, Roselyne Bachelot, ha elaborato un progetto finalizzato alla limitazione della pubblicità televisiva destinata ai bambini. A sostegno di tale iniziativa sono scese in campo, nelle ultime settimane, ben venti associazioni e società di esperti.


  Il progetto è stato definito il 4 febbraio scorso e già allora aveva suscitato la reazione positiva da parte dei medici, delle famiglie e dei genitori dei alunni. Non tutti, però, si erano mostrati entusiasti, a partire dai rappresentanti degli investitori pubblicitari e delle industrie agroalimentari. Per loro, infatti, la limitazioni o la soppressione delle pubblicità alimentari destinate ai bambini rappresenterebbe una grossa perdita. A oggi, si stima che il mercato francese per questo tipo di reclame si attesti a circa un miliardo di euro l’anno, considerando soltanto i canali televisivi. D’altra parte, va ricordato come in Francia un bambino su cinque è in evidente soprappeso. Un fenomeno, quello dell’obesità, sconosciuto oltralpe fino a trent’anni fa.